recessione

dollaro.jpgIl prezzo del petrolio cresce giornalmente così come quello delle altre materie prime. Parallelamente dagli Stati Uniti soffiano venti di recessione. La crescita del prezzo del brent era stata prevista e la crisi economica,intravista nei mesi passati, si sta dimostrando molto più che uno scenario. Come in tutti i momenti di crisi economica gli investitori concentrano i loro investimenti sulle materie prime. Tutto ciò, legato alle forti speculazioni finanziarie, porta all’aumento del prezzo delle materie prime e di conseguenza all’aumento di tutti i prezzi, benzina ed energia in primis. La crisi dei mutui americani di questa estate ha sicuramente dato una forte spinta alla crisi. Proprio sabato notte la Fed ha deciso di tagliare i tassi di interesse e questo dimostra quanto la recessione sia temuta negli Stati Uniti. Questa situazione consegnerà al prossimo presidente USA un pesante fardello. I prossimi mesi saranno importanti per monitorare le mosse sui mercati finanziari e le scelte politiche. Anche in Italia.

Annunci

~ di giuseppecammarata su marzo 17, 2008.

Una Risposta to “recessione”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: